Tappa 12: Lucca – Bagni di Lucca (21 km)

Partenza dalla sede CRI di Lucca in direzione Bagni di Lucca.
Stamattina eravamo un bel gruppetto di camminatori; insieme a noi anche alcuni migranti del Centro Accoglienza gestito dalla Croce Rossa di Lucca, e alcuni volontari CRI di Bagni di Lucca.

Per i primi chilometri il Cammino è stato piacevole; una pista ciclabile pianeggiante che costeggia il fiume. Nella seconda parte di Cammino ci siamo invece trovati a camminare a bordo strada: asfalto, polvere, auto e una temperatura di circa 30 gradi a cuocere piedi e testa 😱

Insomma, una tappa un po’ difficile, non per la distanza e neppure per il dislivello… ma solo per il calore e l’asfalto. È incredibile come pochi chilometri in certe condizioni possano stancare così tanto.

I volontari di Bagno di Lucca, che hanno ideato il “fantastico” percorso odierno, hanno avuto le orecchie fischianti tutto il giorno a causa dei nostri commenti 😂.
Sono però stati fantastici in tutti gli altri dettagli: ci hanno preparato i panini per pranzo, ci hanno seguito con l’auto tutto il giorno, allungandoci acqua quando serviva… e pronti a raccoglierci in caso di colpo di calore 😂

Una nota di merito vanno al Ponte della Maddalena, detto anche Ponte del Diavolo, un ponte dalla struttura decisamente particolare, con un’arcata centrale immensa.
Molto bello anche il Ponte delle Catene, un mix di legno traballante e tiranti di acciaio.

Noticina finale: ma come si fa a dire SPENGERE al posto di SPEGNERE? 😱Pensavamo ci stessero prendendo il giro, invece abbiamo scoperto che qui in Toscana dicono veramente SPENGERE 😱Peggio… esiste pure nel dizionario Treccani… siamo senza parole 😱

One Comment:

  1. Beh d’altronde in Toscana dicono anche spignere invece di spingere 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.