Perché “Cuore di Donna”

Ormai da alcuni anni l’Associazione “Cuore di Donna” organizza sul Lago di Endine un evento molto bello: “Val Cavallina in Rosa… in cammino contro il cancro”.

Si tratta di una camminata di gruppo non competitiva di 8 o 12 km.
L’iniziativa è voluta per sostenere il cammino delle donne che affrontano il  tumore e per diffondere la cultura della prevenzione.

Da ormai tre anni io e Marco diamo una mano nell’organizzazione di tale evento. Tutto il lavoro logistico viene fatto da Myriam (presidente dell’Associazione Cuore di Donna) e dalle ragazze del gruppo. Io e Marco ci limitiamo a dare un aiuto “di braccia”: carichiamo e scarichiamo tavoli e panche per 1000 persone, allestiamo i tavoli con bellissime tovaglie rosa, serviamo al banchetto di ristoro all’arrivo della camminata… e corriamo a dx e sx dove serve aiuto.

Alla fine di quei tre giorni di lavoro abbiamo muscoli di braccia e gambe doloranti, ma vi assicuro che è una bellissima esperienza: tantissime persone partecipano alla camminata, mamme con bambini, gruppi allegri e sereni di persone che camminano insieme per portare un messaggio condiviso: UNIRSI, CAMMINARE INSIEME… anche per pochi chilometri, ma ESSERCI per dire che INSIEME SIAMO PIU’ FORTI!

 

Quest’anno, mentre scaricavamo tavoli su tavoli, si parlava del Cammino Francese e Portoghese che io e Marco abbiamo percorso negli ultimi due anni e venivamo giocosamente presi in giro per tutti i chilometri che abbiamo macinato.
“Cosa vuoi che siano 850 km? due passi… li potrei fare anche io…” ci dice allegramente Claudio.
“Si, sicuro! ti vorremmo proprio vedere!” gli rispondiamo scherzosamente.

E il piccolo tarlo di una strana idea si insinua nella nostra mente: ma se il cammino contro il cancro dell’Associazione Cuore di Donna andasse oltre la Val Cavallina? e dove potremmo andare?
A Santiago ovviamente, ma partendo a casa, a piedi per l’intero tragitto.

“Ma quanti chilometri saranno?” chiedo a Marco.
“Mah… circa 4.000 km” mi risponde.
“Ma siamo sicuri? ce la facciamo a fare 4.000km a piedi? controlla su Google Maps che siano 4.000 e non di più”.

Un controllo rapido ci permette di vedere che non sono 4.000 km ma “solo” 2.400/2.500 km.
Quando nella mente già si sta facendo strada l’idea di fare 4.000 km a piedi, scoprire che sono “solo” 2.400 crea uno strano effetto, sembrano quasi pochi. Cosa volete che sia? Già pensavamo di farne 4.000… è come se ce ne avessero abbonati 1.500 in pochi minuti.

Presi dall’entusiasmo chiamiamo subito Myriam per parlarle di questa idea.
L’idea prende forma e si amplia; sarebbe bello se la gente camminasse con noi, anche solo per qualche chilometro. Tappa per tappa qualcuno ci accompagnerà, non ci lasceranno mai soli in questo cammino.
E chi vorrebbe accompagnarci ma per qualunque motivo non può farlo, potrà partecipare al progetto con una donazione a Cuore di Donna. Il ricavato delle donazioni fatte durante questo Cammino verranno utilizzato per l’acquisto di un ecografo e/o macchinari per la senologia.

Nell’arco di 48 ore il progetto è nato, ha preso forma… e vi posso dire che sento già i piedi doloranti!!!!

E come lo chiamiamo questo Cammino?
Le ragazze di Cuore di Donna hanno una bellissima idea: 2 Cuori all’interno di Cuore di Donna… in cammino contro il cancro.

 

Cuore di Donna

Gruppo “Cuore di Donna”

Un commento:

  1. Associazone "Cuore Di Donna"

    Laura ci spiega perchè Cuore di Donna e 2 cuorincammino…
    Noi vi spieghiamo perchè vogliamo condividere questo cammino…
    Partiamo dal fatto che MOLTISSIME donne di quest’associazione sono malate oncologiche. Il che significa che hanno lottato, che lottano e che dovranno ancora lottare contro il cancro. Ci credono le donne di “Cuore di Donna” alla prevenzione, all’offrire sostegno, a guardare più in là della loro esperienza. Sanno di aver fatto molto in questi anni, ma sanno anche che c’è ancora tanto da fare . Sanno che per ottimizzare la diagnosi precoce, quella che permettere di vincere, devono investire nelle loro forze, perchè purtroppo, inutile nasconderlo, si deve sopperire “ai buchi” istituzionali, alle carenze negli investimenti delle strutture ospedaliere.
    Noi, pensiamo che per vincere CONTRO IL CANCRO, si debba osare. Si debba scegliere di camminare, INSIEME per raggiungere gli obbiettivi che ci permetteranno un giorno , di dire abbiamo vinto!
    Noi, attraverso i nostri amici Marco e Laura Bonetti percorreremo questo cammino verso Santiago de Compostela per raggiungere un’obbiettivo: DONARE UN ECOGRAFO E/O STRUMENTAZIONE NECESSARIA AD UNA SENOLOGIA. Questa donazione permetterà di effettuare più diagnosi precoci, permetterà di curare meglio, permetterà di VINCERE!
    UNISCITI A NOI, VAI SUL SITO http://2cuorincammino.it, vedi la tappa più vicina a te, contattaci e cammina con noi.
    Aiutiamo Marco e Laura in questo cammino con la nostra presenza, con gli aiuti logistici, offriamo loro un pasto o un alloggio… se poi puoi, fai una donazione. Non dimenticarti mai: INSIEME SIAMO PIU’ FORTI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.