Sendero de Chile

Dopo una notte di piacevole riposo in albergo, durante la quale ha fatto una mega piovuta (per fortuna che non eravamo in tenda), si riparte per un settore della GPT relativamente facile e ben marcato.

I paesaggi sono piacevoli, ma nulla al confronto di ciò che abbiamo visto nei giorni scorsi.

Si costeggiano piccoli laghi, campi e sentieri.
Incontriamo spesso i cartelli con la scritta “Usted esta en el Sendero de Chile” (Siete sul Sentiero di Cile), un progetto del governo cileno di una decina di anni fa. L’intento era quello di creare una rete di sentieri che attraversassero il Cile da nord a sud (o viceversa).
Progetto purtroppo fallito.
Probabilmente i fondi sono finiti, oppure un cambio di governo ha deciso che il progetto non era importante, e la cosa è stata abbandonata.
I cartelli però ci sono ancora, e i sentieri spesso sono visibili, anche se è perfettamente chiaro che non sono più mantenuti e sicuramente poco percorsi.

Per quello che abbiamo potuto vedere fino ad ora, la Greater Patagonian Trail in molti settori si sovrappone al Sendero de Chile, ripercorrendo i suoi passi e cercando di congiungere settori scoperti usando strade secondarie e poco percorse.
Peccato che, come dicevo, il Sendero de Chile è abbandonato e non mantenuto… con tutti i problemi che ne conseguono (es: sentiero non più esistente a seguito di frana).
Onestamente siamo un poco perplessi 😐

Comunque, la giornata di oggi prosegue facilmente, senza grossi problemi.
E indovinate cosa continuiamo a vedere? Lepri 😍
Almeno una decina di lepri ci hanno attraversato il sentiero… veloci veloci a correre via.
È questione di un attimo!! Eccola lì! E poi via… sparita 😄

E poi, le aquile. In ben due occasioni le abbiamo viste volare basse e posarsi sui rami degli alberi.
Ci avviciniamo lenti lenti per osservarle più da vicino, ma oltre un certo punto non possiamo andare senza farle scappare.

Mentre costeggiamo un lago, vediamo una costruzione nuova e grande. Entriamo per salutare, e scopriamo che è un lodge privato di VIP americani che si sono comprati chilometri interi di terra intorno al lago per costruire questo lodge di pesca per ricconi americani.

Altra cosa piacevole della giornata sono le decine e decine di piante di calafate. Queste piccole bacche che assomigliano ai mirtilli hanno un sapore così dolce e aromatico che continuerei a mangiarne.
Deliziose 😍 Quanto meno la frutta fresca non manca 😍

Commenti chiusi