Lago del Desierto

Ci troviamo nella Punta Sud del Lago del Desierto.
Per raggiungere la Punta Nord di questo lago circondato dalle montagne esistono solo due alternative:
-prendere una barca che porta i turisti a visitare il lago e ti può lasciare nella Punta Nord
– camminare sulle montagne che costeggiano il lago, ed arrivare a piedi.

Considerato il costo spropositato della barca turistica, non prendiamo neanche minimamente in considerazione l’idea della barca. Si cammina ovviamente 😁

Il tutto inizia attraversando un ponte sospeso, sballotato a destra e sinistra dal vento. E per aggiungere un po’ di “divertimento” mancano anche un po’ di legni, così che bisogna allungare bene la gamba per passare.

A me l’acqua continua a non piacere, e vederla scorrere sotto di me tra i legni mancanti non è piacevole 😱
Veloce, veloce, veloce… prima arrivo dall’altra parte, meglio è 😂

Il sentiero si rivela più difficile del previsto. È tutto nel bosco e segnato molto male. Ci sono molti alberi caduti, fango, e tanti ruscelli (ingrossati dalla forte pioggia delle ultime notti) da attraversare.
Il problema è che il sentiero non costeggia il lago. Ovviamente!!! Sarebbe troppo facile, vero? 😂

Le montagne scendono ripide nel lago, con costoni di roccia su cui è impossibile camminare. Pertanto… il sentiero inizia a salire e salire e salire… per portarci molto in alto.
Poi, per motivi ignoti, inizia a scendere verso alcune spiaggetta di sassi molto carine 😄
Ma, ovviamente, dopo essere svesi… cosa farà il sentiero?
La risposta è così ovvia e scontata da essere banale 😒
Risale!!! E stavolta ci porta ancora più in alto!

A parte la fatica e il fiatone, bisogna ammettere che il paesaggio da qui in alto è molto bello!
Peccato che già oggi il meteo sia peggiorato e siano tornate le nuvole a coprire quasi tutto.
In una giornata di sole deve essere magnifica la vista da quassù 😍

E con questi continui “sali e scendi” raggiungiamo la Punta Nord del Lago del Desierto, dove la Gendarmeria di confine Argentina.
È un nuovo passo di frontiera, aperto solo in estate, da pochi anni. Ed è solo per attraversamenti di confine a piedi o in bicicletta, perché qui ci si arriva solo a piedi o via barca. Da qui in avanti c’è solo un sentierino, che porta al confine Argentina/Cile. E dopo di questo, un lago immenso blocca il cammino.
Niente strade qui 😄

Alla gendarmeria ci timbrano il visto di uscita dall’Argentina e ci lasciano mettere la tenda nel terreno circostante.

E appena la tenda è montata… inizia a piovere!
E piove… piove… piove… senza sosta tutta notte!
La mattina la tenda è umida, ma acqua non è entrata 😂
Ma che bella vigilia di Natale 😂

Commenti chiusi