Grotte di Marmo

La mattina, tra champagne, vino e birra, i maschietti del gruppo si svegliano tutti con un po’ di mal di testa 😂
Credono di avere venti anni, e poi ecco il risultato 😂

Ci rimettiamo in strada.
La Carretera Austral continua ad essere una stretta strada non asfaltata, poco trafficata e piena di fiumi e laghi azzurri.

Ma la parte più interessante della giornata è il tour alle “Grotte di Marmo”.
Alcuni mesi fa avevo visto un video su queste grotte di marmo, dentro il Lago General Carrera. Erose dalle onde del lago, si sono creati dei tunnel nella roccia, dove si può entrare in barca o canoa.
La cosa più meravigliosa del video erano i colori. Il blu smeraldo del lago, con il giallo argentato del marmo che si riflette.

Dal momento che ci passiamo proprio davanti, decidiamo di andarle a vedere 😊

Ma per vedere delle grotte nel lago, cosa bisogna fare?
Eh si… prendere una barca 😱
E questa volta la barca è ben più piccola di quella del Lago O’Higgins. E peggio ancora, è aperta!!!

Il lago non è molto agitato. Ci sono delle onde, si salta un po’, ma non siamo preoccupati.

E dopo una quindicina di minuti, ecco le grotte.
La barca, piccolina, riesce ad entrare nei tunnel e ci permette di osservare da vicino queste formazioni rocciose.
Ma ancora più bello deve essere l’emozione di chi è venuto a visitate le grotte in kayak, e può effettivamente navigare parte di queste “gallerie” di marmo 😍

Alcune formazioni salgano dal lago come dei “funghi” con tante gambe che poggiano in acqua a sostegno della struttura.
Mi chiedo quanti anni passeranno prima che l’erosione distrugga un punto di appoggio e tutto cada in acqua 😱

I colori delle grotte di marmo sono belli, ma in parte resto delusa. Mi aspettavo qualcosa di più pittoresco e impressionante.
Bello… ma come sempre le aspettative deludono 😞
Vedi un video, con solo le scene migliori, i colori catturati nel momento migliore, e poi… la realtà è un po’ più “blanda”. E delude.

I posti più belli e che affascinano di più sono sempre quelli che non hai visto in foto, dove non sai cosa aspettarti. Non avendo confronti o paragoni, non ti aspetti nulla… e tutto quello che hai davanti è magico, anche solo per il piacere di vederlo per la prima volta 😊

Il tour delle grotte è finito.
Quindici minuti e rientriamo al porto.
Ma ovviamente… cosa non manca in Patagonia???? Eh si, il vento 😒 che si è alzato all’improvviso.

Oh, nulla a che vedere con le onde del Lago O’Higgins.
Un po’ di salti e nulla di piu; non c’è confronto.
Ma forse è solo una questione di prospettiva 😂Perché la signora al nostro fianco invece le trova essere “onde spaventose” 😂

Questa volta poco spavento, ma quanta acqua😱
Ad ogni onda, una secchiata d’acqua si rovescia sulla barca e arriviamo al molo bagnati fradici 😱
Altro che GoroTex!!! Giacche inzuppate e mani gelide 😱

Ma allora??? Un giorno senza pioggia/vento o un’uscita in barca senza onde riusciremo ad averla?
Per ora, sembra proprio di no 😂

Commenti chiusi