Cerro Sombrero

Quando si parla di coincidenze!!!
Mentre camminiamo indovinate chi passa in macchina? Blagomir, sindaco di Cerro Sombrero e della Provincia di Primavera.

Dopo averci fatto scoprire il meraviglioso Lago Blanco e i suoi pescatori, Blago ci invita a Cerro Sombrero, suoi ospiti.

La gentilezza e ospitalità di Blago sono incredibili. Ci sentiamo benvenuti e benaccolti.

Cerro Sombrero è un avamposto petrolifero, nel Nord estremo della Isla Grande della Tierra del Fuego.
Paesino famoso per la sua architettura, risalente agli anni ’50, e dichiarato “Monumento Storico” per i suoi edifici.
Per noi italiani, che abbiamo chiese costruite secoli e secoli fa, è difficile pensare che edifici di “soli” sett’anni possano essere “storici”, ma ovviamente è solo una questione di prospettiva 😊

La sera, quando arriviamo a casa, conosciamo Mirka, la moglie di Blago. Una signora calorosa e dolcissima.
Io resto impressionata da tutti i meravigliosi addobbi natalizi che ci sono in casa. C’è già atmosfera di Natale😄

Restiamo ospiti di Blago e Mirka anche il giorno successivo, durante il quale ci portano a visitare la città. Mirka ci racconta di tutte le innovazioni e lavori recenti fatti da Blago; dalle illuminazioni pubbliche con pannelli solari, bagni e docce pubbliche, parchi giochi per i bambini, un incredibile ufficio turistico con mappe e computer disponibili a tutti, Wi-Fi aperto che copre tutto il paese… e tantissimi altri progetti sono in corso d’opera, come l’istituto superiore di agraris, il camping municipale, e tanto altro. Progetti sia per il turismo che per la popolazione locale.
Il territorio che Blago gestisce sotto la “Municipalidad de Primavera” è immenso e il lavoro da fare è tantissimo.
La cosa bella è che, parlando con Blago, si percepisce entusiasmo e voglia di fare, voglia di miglioramenti e avanzamenti 😄 C’è una forte energia positiva in ciò che sta facendo.

Passiamo dal Comune e Blago ci fa conoscere il suo staff. Alcuni di loro stanno preparando dei pacchetti regalo per tutti i bambini del paese; domani infatti ci sarà la festa di Natale, con Babbo Natale che consegna i regali, giochi, gelati e dolci. È quasi un peccato non poter essere qui ad assistere 😃

La sera Mirka ci accompagna a visitare la chiesa. Una struttura semplice e più sobria delle chiese italiane, ha tuttavia un suo fascino particolare.
È curioso assistere alla messa, tenuta da un prete brasiliano. Così come è curioso scoprire che il prete passa a dire messa solo due volte al mese, perché deve andare a rotazione nei vari paesi.

A pranzo cucino io. Niente riso e lenticchie… che ormai sono diventate lo scherzo principale di tutti gli incontri 😭😭Cosa hanno tutti contro “riso e lenticchie”? Veloce e più o meno equilibrato!!! Insomma… forse le mie abilità a cucinare su un fornelletto a legna/gas vanno migliorate 😝
Oggi invece con una cucina vera posso preparare un delizioso piatto di spaghetti al ragù 😉
Anche in Cile, come in qualunque paese fuori dall’Italia, hanno la terribile abitudine di servire la pasta in bianco sul piatto e versare il sugo al centro, senza mischiarla.
Oggi invece… spaghetti “italian style” 😝
E la sera pizza cilena!!! Buona !!! 😃

La giornata con Blago e Mirka passa veloce. Ci rilassiamo e divertiamo. La loro accoglienza è così calorosa che il giorno dopo è difficile salutarli e andarcene.

Mirka, Blago… se un giorno verrete in Italia, vi aspettiamo ❤

Commenti chiusi